Consulenza Controllo di Gestione e Business Plan

Consulenza Informatica e Reti

Consulenza sistema Qualità

Screen Shot 01-19-15 at 02.53 PM 001

Un’idea vincente in questi tempi di crisi, un’idea che nasce dall’esperienza di circa 30 anni di lavoro svolti sempre in “trincea”, vale a dire in quel luogo non fisico dell’azienda dove vengono prese le decisioni, dove vengono decise le spese, e soprattutto dove si fa di tutto per tenere alta la redditività dell’azienda stessa. Questo è ciò che ho fatto quasi dall’inizio della mia carriera lavorativa.

SAMSUNGMi presento, mi chiamo Gabriele Coppini, e vivo in Toscana non lontano dall’aeroporto di Firenze. Ho un’esperienza lavorativa di oltre trenta anni, svolta per lo più nel settore Automotive, nel quale, lavorando sempre con molta passione, ho conseguito la massima specializzazione ed esperienza. Nella mia carriera lavorativa ho alternato periodi di lavoro dipendente a periodi di lavoro autonomo come libero professionista. Ho cambiato diversi posti di lavoro e professioni, e questo mi ha dato la possibilità di fare esperienza e imparare molte più cose che se fossi rimasto sempre nello stesso posto o avessi svolto sempre la stessa professione. In entrambi i casi ce l’ho sempre messa tutta per raggiungere l’eccellenza nel lavoro. Molte volte sono riuscito a raggiungere gli obbiettivi, qualche volta invece non sono riuscito. La dimostrazione che sono un essere umano e non una macchina.

Ho iniziato la mia vita lavorativa nel marzo 1981 dopo aver svolto il servizio militarSAMSUNGe di leva (che al tempo era obbligatorio), entrando in una concessionaria di auto Mercedes Benz a Prato, e da quel momento mi sono dedicato ai miei due amori “lavorativi”, le auto e i computer. Allora non c’erano ancora i PC, né altro tipo di informatica personale, ma solo sistemi centralizzati con unità centrali che occupavano una stanza, e necessitavano di una formazione specifica presso la casa. Ricordo tra il 1981 e il 1982 i corsi SAG presso la sede IBM di Firenze, dove ho imparato a svolgere le funzioni di operatore e programmatore in linguaggio RPG-II suSistemi S/34. Poi ho sempre seguito tutta la formazione possibile, approfittando anche del fatto che spesso i miei colleghi non avevano voglia di spostarsi, e io mi tuffavo subito offrendomi volontario. Così ho potuto beneficiare di una crescita che diversamente non avrei avuto. Ho fatto diversi corsi e viaggi all’estero in Germania, Spagna, Olanda ecc. per conto di diverse aziende estere per le quali ho lavorato. Ti posso confidare che quando vedi come si lavora all’estero (anche se non è tutto oro quello che luce), impari quali sono gli errori da evitare, e che sono tutti italiani! Riesci a capire come eliminare l’inefficienza, e poi ti domandi come fanno gli altri a non capirlo…

Per fare questo tipo di lavoro occorre fare e suggerire scelte coraggiose, e soprattutto avere delle idee innovative, e non abbassare mai la guardia. Un piccolo episodio:

Qualche anno cestino carta 2fa, facendo consulenza per un gruppo di aziende, vidi del personale che gettava fogli stampati nel cestino con una frequenza impressionante. Alle 9,30 della mattina il cestino era già strapieno di carta, per cui ho chiesto al dipendente di quella postazione quale fosse il motivo di questo spreco di carta. Mi rispose che il “sistema informatico” stampava tre copie quando ne serviva a malapena una. Andai poi nell’ufficio amministrativo di un’altra azienda del gruppo e stavano discutendo per ridurre di mezzo centesimo il prezzo di acquisto della carta per le stampanti… 

Ricollegai i due fatti e proposi all’ufficio amministrativo un metodo per spendere molto meno in carta per stampanti senza doversi sbattere troppo per il prezzo, con il rischio di rovinare stampanti e fotocopiatrici a causa di carta di infima qualità che rilascia molta polvere e scorie, intasando tutto ciò che c’è da intasare.

L’idea era quella di fare un’analisi delle necessità su quante copie fossero realmente necessarie per ogni tipo di documento: fatture, documenti di scarico interni, pre-ordini e ordini di lavoro documenti di trasporto e così via.spreco-carta Una volta fatta questa analisi, ho redatto uno schema con tutti i tipi di documento studiati, il numero di copie attuali e il numero di copie realmente necessarie. Facendo un conto delle copie risparmiate, e ripetendo questa analisi per tutte le aziende del gruppo, sono arrivato a procurare un risparmio di carta da stampare nell’ordine dei 100.000 fogli all’anno. Niente male vero? Basta pensarci ed avere metodo. Ma non mi sono fermato. Adesso sono in contatto con un’azienda che si occupa di digitalizzazione di documenti, e insieme cercheremo di togliere quasi tutta la carta dalle aziende.

Questa è solo una piccola parte del mio lavoro. E’ chiaro che non sono l’unico a preoccuparmi, e ti propongo un articolo del 2012 sullo spreco di carta negli uffici:   ARTICOLO: NON SPRECARE LA CARTA

Ti serve un Resp. Aftersales
Però non puoi assumerlo? Nessun problema! CONTATTACI! per avere:
- Contatti con ispettori e uffici postvendita di casa madre
- Rilevazione dati produttività
- Analisi/ottimizzazione costi
- Gestione Flussi di conti interni (ripristini usato, preconsegne ecc.)
IL PREZZO? MENO DI QUANTO PENSI! CONTATTACI!
Oggi
gennaio: 2015
L M M G V S D
« set    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031